strappo di I°, II° e III° grado - Kinesportcenter

Vai ai contenuti

strappo di I°, II° e III° grado

Prestazioni > stiramenti e strappi muscolari
Lo strappo, o distrazione muscolare è una lesione piuttosto grave che causa la rottura di alcune fibre che compongono il muscolo. Tale lesione è generalmente causata da un'eccessiva sollecitazione (brusche contrazioni o scatti improvvisi) ed è piuttosto frequente in ambito sportivo (soprattutto negli sport che richiedono un movimento muscolare esplosivo come sollevamento pesi, baseball, calcio, gare di sprint e di salto).
Spesso, gli strappi muscolari avvengono in condizioni di scarso allenamento o quando il muscolo è particolarmente stanco o impreparato a sostenere lo sforzo (mancato riscaldamento).
Sebbene lo strappo possa colpire qualsiasi muscolo del corpo, le sedi più frequentemente colpite sono gli arti, mentre più raramente si possono riscontrare patologie a carico della muscolatura addominale e dorsale. In particolare negli sportivi sono frequenti lesioni ai muscoli della coscia (flessori, adduttori, quadricipite) e della gamba (tricipite surale). Una distrazione muscolare frequente nei culturisti è invece quella che coinvolge il tricipite e/o il deltoide durante gli esercizi di spinta su panca piana.

Classificazione

In relazione al numero di fibre coinvolte (in un muscolo sono presenti diverse migliaia di fibre), gli strappi muscolari si possono classificare usando una scala di gravità composta da tre stadi.

Lesione di Primo Grado

In questo tipo di lesione sono danneggiate solo poche fibre muscolari (meno del 5%). Il danno è tutto sommato modesto e viene avvertito come un leggero fastidio che si accentua durante la contrazione e l'allungamento muscolare. In caso di lesione di primo grado non si ha, quindi, un'importante perdita di forza o limitazione del movimento.

Lesione di Secondo Grado o Lesione Grave

La gravità dello strappo aumenta, poiché viene coinvolto un maggior numero di fibre. Il dolore, che è di carattere acuto, è simile ad una fitta e viene chiaramente avvertito in seguito ad una violenta contrazione muscolare. La lesione interferisce con il gesto atletico ma consente allo sportivo di continuare la gara o l'allenamento. Tuttavia, il dolore può essere aggravato da ogni tentativo di contrarre il muscolo.

Lesione di Terzo Grado o Lesione Gravissima

L'alto numero di fibre coinvolte causa una vera e propria lacerazione del ventre muscolare (completa o semi completa coinvolge comunque almeno 3/4 delle fibre). Tale lesione si avverte alla palpazione come un avvallamento, un vero e proprio scalino che testimonia l'entità della rottura.
Il dolore, che è violentissimo, determina una completa impotenza funzionale tanto che, se la lesione coinvolge gli arti inferiori, l'atleta si accascia immediatamente al suolo



Tutti i diritti riservati - Copyright © 2019-2020 Created by Fabio Procopio
Torna ai contenuti